Previsioni Generiche

In generale

Spiritualità

Energie in movimento

Previsioni Italia

Il Motto

 

Previsioni Mensili

Gennaio

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre

Ottobre

Novembre

Dicembre

 

IN GENERALE

Ho parlato ampiamente di spiritualità nella sezione dedicata, ma ne parlerò anche qui anticipando un importante concetto. La Vita che consideriamo Reale compresi tutti i suoi settori, sono collegati e viaggiano parallelamente o meglio interconnessi alla nostra Vita Interiore. Anche quest’anno il settore principale su cui dobbiamo lavorare, è la centratura della nostra anima, è solo centrandoci amorevolmente in noi stessi e sulla nostra evoluzione animica, che la nostra realtà (o meglio ciò che noi definiamo realtà) potrà cambiare. Se allineiamo il Nostro Vero IO, l’interno si proietterà e diventerà anche l’esterno, ovvero, la Via Interiore aprirà la strada a quella Esteriore e questo allineamento diventerà la nostra Vera Ragione di Vita.

Finita la doverosa premessa, entriamo nel vivo della previsione generale e parto in modo diretto dicendo che, le acque si spartiranno sempre di più, l’abisso che si creerà tra i due mondi diventerà irrecuperabile. Il Popolo da una parte e il Potere dall’altra. Approssimativamente fino ai mesi di maggio/giugno, la situazione non sarà proprio rosea. In linea generale chi detiene il Potere pensa di essere onnipotente e di riuscire a schiacciare a proprio piacimento un Umanità che non ci sta più, e che non stando più al ricatto è desiderosa di spogliarsi dei vecchi abiti per poterne indossare dei nuovi. E mentre il Potere con la propria tirannia e oppressione cercherà di nutrire ancora l’Essere Umano di paure e di morte, un’onda sempre più inarrestabile sta per abbattersi con tutta la sua potenza proprio sopra chi, pensa di avere la vittoria in tasca e il gregge in pugno. Talvolta il raggiungimento degli obiettivi, non sempre sono una porta aperta verso il successo e il trionfo… se poi questo successo si è raggiunto in maniera trafelata, si sa… la fretta è una pessima consigliera e un vecchio proverbio dice: Chi coglie il frutto acerbo, si pente d’averlo guasto.

Gli Esseri Umani che già da tempo si sono risvegliati, e gli altri in questo nuovo anno che si risveglieranno, assieme, seppur in minoranza sapranno sopperire a una maggioranza, che nuovamente cercherà nella disperazione di aggrapparsi alla gonnella di quei stessi Poteri, che, ancora una volta hanno tradito il Dono della Vita e tentato di manipolare le Leggi Spirituali Universali dimenticando che dopo l’apice c’è sempre e solo l’abisso.

La situazione in linea generale dovrebbe cambiare rotta, a metà anno circa… così quasi di punto in bianco, senza preavviso, come un boomerang che a un certo momento interrompe la vorticosa rotazione su sé stesso e ritorna fedele nel bene e nel male al suo stesso lanciatore.

Non escludo che da luglio in poi, il castello di menzogne baldanzosamente sorretto con astuzia e titubanza possa fare un tonfo veramente inaspettato. A chi, da tempo, aspetta con impazienza questo momento, sappia che: ogni cosa, a maggior ragione il Cambiamento e soprattutto la Verità per emergere in tutto il suo splendore richiede il tempo necessario…

C’è un tempo per tutto: così come il boomerang, dopo che è stato lanciato arriva a un punto di ritorno e a ritroso ripercorre il suo viaggio fino al traguardo finale, allo stesso modo tutto il mare di informazioni nella Verità e nella menzogna, nel disprezzo e nell’Amore, ritornerà tutto indietro facendo sperimentare ai mandatari Luci o Ombre. Ciò che è stato lanciato all’andata farà ritorno agli stessi.

Anche quest’anno il Popolo e le Folle sperimenteranno fatica e impegno, ma tutto ciò che arriva dall’esterno va a favorire e sostenere un importante lavoro interiore, che in molti Esseri Umani è già attivo anche se la maggior parte non ne ha contezza. La nostra anima da un piano sovrannaturale sta lavorando per raggiungere l’annullamento dell’individualità allo scopo di potersi nuovamente fondere con l’Essere Cosmico nel momento in cui il viaggio terreno sarà giunto a termine.

 

SPIRITUALITA’

Il 2022 apparirà all’Umanità come un portone chiuso a chiave. La particolarità di questa porta è la sua stranezza… alcuni potrebbero parlare addirittura di difformità! E’ un portone imponente, di legno grezzo, i nodi si scorgono a vista d’occhio. Nella sua imponenza troviamo anche una disarmante semplicità, dove al suo centro scorgiamo a fatica un piccolo pomello e a lato un’importante serratura. La serratura è d’oro arricchita da pregiate finiture anch’esse dorate, mentre il pomello posto nella parte centrale quasi non si nota, si perde tra l’imponenza della porta e la magnificenza della serratura.

Ricordiamoci sempre che le porte hanno tante funzioni, e forse la più nota è quella della protezione. Ma attenzione! Se la porta rimane a lungo chiusa diventa una protezione invadente e invasiva… la protezione diventa isolamento e prigionia.

La serratura è abbastanza grande da permetterci di scorgere qualcosa aldilà… Qualcosa che ci attende da tanto tempo, e si trova oltre questa solida barriera che abbiamo eretto tra la diffidenza e la circospezione. Per tanto, troppo tempo, ci siamo rifiutati di avere una visione amplificata… visione che attualmente è circoscritta e delimitata dalla serratura stessa… serratura dalla quale si scorge un bagliore, una Luce, che non si sa bene come interpretarla: effimera? reale? Illusoria?

Le porte si aprono e si chiudono è questa la loro vera funzione…

Se non apriamo questa porta si rimane sempre nel dubbio, e nell’incertezza non sapremo mai cosa c’è effettivamente dall’altra parte, potrebbe trattarsi della prima, seconda o terza opzione….

La paura di aprire questa porta, non ci consente di prendere veramente coscienza di cosa si potrebbe trovare se si riuscisse senza sforzo a lasciare andare qualcosa. Per andare oltre e constatare, occorre necessariamente lasciare andare la paura e soprattutto quello spazio dove ci siamo raccolti, crogiolati e nascosti nella speranza e nell’aspettativa di rimanere per sempre protetti e al sicuro.

Se apri questa porta è vero passerai per un cerchio di fuoco… l’elemento che distrugge ma allo stesso tempo arde di passione, è lo stesso elemento che purifica e richiama all’azione. L’energia del fuoco è potete porta innovazione, rivelazione e impulsività!

 

La porta di cui parla questo 2022 è
LA PORTA DEL CUORE.

Il 2022 ci ricorda di aprire la porta del nostro cuore a noi stessi prima che agli altri. L’Amore deve prendere sempre più piede, e questo aiuterà a ribaltare le ombre in luci e il male in bene. Questa è la semplice ricetta che aiuterà tutti noi a elevarci e allo stesso tempo ad elevare questo Pianeta che ormai spoglio della sua vecchia e stantia energia, sta galoppando a velocità sostenuta verso il Nuovo Mondo di Luce.

Non facciamoci cogliere imparati, gli Esseri di Luce è da tempo che ci sostengono in questo difficile cammino, ci tendono la mano, non siamo soli… Mai! In cambio di questo loro sostegno, ci chiedono solo di aprirci alla compassione e all’illuminazione.

Illuminiamo il nostro cuore e la mente verrà di conseguenza alimentata di Nuova Luce. I pensieri e i disagi troveranno finalmente pace, d’altronde illuminare il nostro cuore significa rischiarire tutte le sue ombre. Ombre che per troppo tempo ci hanno tenuto sotto scacco, ombre che per troppo tempo noi abbiamo nutrito. Ombre che fin troppo bene conosciamo… ci siamo concentrati talmente tanto su di loro che non ci siamo nemmeno Donati la possibilità di trasmutarli in Luce.

Questo 2022 ci chiede di diventare alchimisti di noi stessi e di trasmutare le Ombre in Luce così come il Piombo in Oro.

 

Siamo alle porte di una Nuova Era di Luce, Abbondanza e Prosperità.

Volgiamo lo sguardo al futuro senza però dimenticare che senza radici ben salde rischiamo di cadere nuovamente nell’illusione e nella confusione.

Saldiamoci al nostro Cuore primaria Fonte di Vita e Nutrimento.

 

 

ENERGIE IN MOVIMENTO

Dunque anche il 2022, non sarà un anno semplice. Due energie molto importanti faranno ancora braccio di ferro tra loro. In astrologia queste due energie si identificano con i pianeti Saturno e Urano.

Le energie saturnine, si traducono in energie restrittive che mirano ad affrontare gli ostacoli in maniera razionale e critica. Quest’energia è legata agli ostacoli, alle prove della vita e a quei limiti e decisioni difficili che però aiutano allo stesso tempo a crescere, insegnando: pazienza, maturità e responsabilità. Quest’energia decisamente pesante, ci rende responsabili, pazienti e affidabili. E’ vero, ci porta ostacoli e asperità, ma la perseveranza e la tenacia di cui ci equipaggia ci aiuta a realizzare il nostro potenziale, potenziale che ci aiuta a superare gli ostacoli che si sono presentati nel nostro cammino. Le energie saturnine non arrivano per punirci, difatti le prove che ci arrivano non sono mai superiori rispetto a quello che siamo in grado di gestire.

Le energie uraniane invece si identificano con eventi improvvisi e rivoluzionari. E’ legato al futuro, al nuovo, alla tecnologia e all’inventiva. Le energie uraniane sono piene di risorse e di innovazione. Sono energie che rappresentano avvenimenti inattesi, cambiamenti di rotta ma anche l’evoluzione personale che modifica radicalmente le condizioni di vita su tutti i piani, è il colpo di spugna che cancella tutto ciò che orami non serve più.

Ancora per tutto questo 2022 faremo i conti tra un’energia che vuole mantenere il vecchio mantenendolo immutato e stabile (Saturno) e un’energia invece che vuole sradicare tutto ciò che è vecchio e stantio a favore di un iper innovazione e cambiamenti di rotta improvvisi e spesso destabilizzanti (Urano).

A mio avviso entrambe le energie se applicate in maniera equilibrata saranno un grandissimo aiuto per la Nuova Umanità. Un Umanità che non dimentica le sue origini, e ha radici ben piantate nel terreno, sarà un Umanità che stabile e salda potrà come un albero, crescere e sviluppare i propri rami estendendosi con fiducia nel futuro verso il sole che brilla nel cielo.

Saturno è l’introspezione mentre Urano è l’estroversione. Un buon ed equilibrato mix di entrambe le energie, può portare a mio avviso molto lontano… può potare a guardare verso il futuro e all’innovazione ricordandosi però, di applicare sempre un’attenta osservazione e autoanalisi coscienziale, così da interagire con l’esterno mentendo sempre un’etica interiore.

Chiaramente nel cielo ci sono altri 8 pianeti che influenzano la nostra vita e in generale la vita terrestre, ma sento molto forte per il 2022 gli archetipi di questi due pianeti appena descritti.

Queste due energie sono tra l’altro strettamente legate e correlate con il segno dell’Aquario in quanto Urano è il moderno governatore del segno mentre Saturno è l’antico. Le energie aquariane sono le stesse che si concretizzeranno nell’ Era verso cui ci stiamo dirigendo, questo nuovo periodo è definito Era dell’Aquario appunto, ma conosciuto anche come Età dell’Oro. Ricordiamoci sempre che nulla è immutabile, conoscendo le energie di cui è intrisa la Nuova Era, abbiamo la grande possibilità di Co-Creare il Nuovo Mondo che verrà. A noi la scelta e soprattutto l’azione per realizzarlo.

 

PREVISIONI ITALIA

Nel 2021 abbiamo visto un Popolo Italiano molto propenso alla tolleranza e alla sopportazione. Nel 2022 questo aspetto che ha caratterizzato le folle potrebbe incrinarsi un pochino… gli italiani tendono ad essere persone molto accomodanti e pazienti, ma come tutto anche la pazienza ha una fine…

Le manifestazioni che hanno caratterizzato tutto il 2021, si ripresenteranno in maniera ancor più massiccia e si riverseranno su tutte le piazze principali delle grandi città. Le manifestazioni potrebbero assumere un aspetto e assetto nuovo, potrebbero diventare più strategiche e durare ben più a lungo rispetto ai canonici due giorni (come invece è stato sostanzialmente per tutto l’anno precedente). Nel 2022 ci sarà più unione tra le persone e con grande sorpresa anche molti di quelli che fino all’anno precedente erano poco propensi, diventeranno più inclini al dialogo e al confronto.

Le manifestazioni così come il Popolo, saranno i due protagonisti indiscussi di questo 2022. C’è da dire che rispetto all’anno precedente (così come anticipato nelle previsioni generali), le energie che inizialmente saranno più favorevoli alla politica, pian piano cambieranno la loro posizione, e da metà anno circa queste saranno a maggior sostegno della massa e delle genti comuni.

Nel 2022 si intravedrà una decisa e imponete scalata verso la riconquista e soprattutto riacquisizione dei propri diritti fondamentali e innati, che da ormai troppo tempo vengono calpestati e vilipesi.

Gli italiani che si caratterizzano per la loro creatività, ancora una volta riusciranno a compiere piccoli miracoli e a non arrendersi, ma soprattutto a farcela nonostante tutto.

Non escludo che soprattutto nella seconda parte dell’anno a livello politico salteranno poltrone e teste, poiché ci sarà una parentesi che si aprirà nuovamente alla giustizia (quella vera). In parte sarà un amaro festeggiamento… due anni di soprusi e ingiustizie non si possono dimenticare così in fretta.

Sempre verso la seconda metà dell’anno potrebbero allentarsi delle restrizioni, e allo stesso tempo come anticipato sopra, la gente non ci sta più! Ritornerà o tenterà di tornare nel possibile a uno stile di vita più spensierato e gioioso e allo stesso tempo, alla libertà personale che nel frattempo individualmente e autonomamente si è in parte ripresa. In questo passaggio vorrei chiarire che ci saranno tante persone che smetteranno di obbedire volontariamente e arbitrariamente a imposizioni e regole tanto illogiche quanto malsane.

Nei primi sei mesi circa, la politica e i poteri forti continueranno a tentar di manipolare e destreggiarsi solo per raggiungere i propri fini speculativi e ingannevoli. Ci saranno ancora dei momenti o periodi (all’interno di questi primi sei mesi), che daranno ancora una volta false speranze e finte opportunità mentre il Popolo esasperato mostrerà l’altra faccia della medaglia. Quell’altra faccia che non piace ai poteri, quella faccia che è tanto imprevedibile quanto mutevole e enigmatica. Così come la luna si trasforma e passa dallo splendore all’oscurità, così anche le genti e le folle sapranno che ogni periodo buio precede sempre un periodo di luce. E così sarà.

Non sarà più la politica a prendere alla sprovvista il Popolo, ma avverrà proprio l’esatto contrario.

Il giochino di quelli che si definiscono grandi comincerà a rompersi, e andrà in mille pezzi nel secondo periodo del 2022 primi 2023. Questo sarà il preludio che aprirà altre porte ed eventi che si susseguiranno.

A un certo punto, le energie muteranno talmente in fretta che inaspettatamente e improvvisamente le posizioni si ribalteranno: il carceriere diverrà il carcerato e viceversa.

Nel 2022, le persone daranno seguito a portare avanti ciò che con tanta fatica si è tentato di costruire nell’anno precedente. Molte situazioni si concretizzeranno e cambieranno tanti assetti sociali. Tante altre situazioni e contesti si modificheranno… qualcosa di particolarmente vecchio si trasformerà, e darà nuova luce a un anno che ancora non lascia molta tregua. Il 2022 sicuramente porta con sé i semi che stanno germinando sottoterra e che quasi inaspettatamente vedremo le prime foglioline spuntare dalla terra alla volta del 2023.

Si prospetta per tutti noi un altro periodo impegnativo, che non rende sicuramente le cose facili, ma quest’energia saturnina ci fa fare esperienza. Saturno pianeta del Karma è un maestro austero con cui dobbiamo fare i conti… i conti con l’esperienza appunto. Ma ricordiamoci una cosa importante: è grazie all’esperienza che apprendiamo grandi lezioni di vita, lezioni che se ben assimilate come chiavi apriranno porte che non pensavamo nemmeno di riuscire a varcare.

 

Il motto di questo 2022 sarà:

NON BASTA ACQUISTARE LA SAPIENZA

BISOGNA ANCHE USARLA

Cicerone

 

 

GENNAIO

Arcano Maggiore Reggente: XIX  Il Sole

 

Il primo mese dell’anno darà il via a nuovi inizi e a una nuova rinascita.

E’ un’energia che sta fecondando la materia, e che quando terminerà il processo di solidificazione, si manifesterà e risulterà tangibile all’essere umano… allora i tempi saranno maturi e gli esseri umani pronti ad accogliere.

La prima parte del mese ancora legata alle festività, sarà un po’ più gioiosa poiché ci si dedicherà a ciò che ci fa star bene e che alimenta la nostra vitalità. Le feste appena trascorse sono state celebrate in intimità, evitando sfarzi e sperpero. Per chi non è abituato a festeggiare questo periodo dell’anno in ristrettezza, farà molta fatica ad accettare tale condizione e le feste risulteranno un po’ pesanti e decisamente noiose.

Questo primo mese dell’anno sarà caratterizzato da una serie di emozioni contrapposte tra loro. C’è una spaccatura importate che emerge subito dalla stesa. Il popolo, è diviso in due: entrambe le fazioni guardano al futuro in maniera positiva ma con occhi diversi. Una fazione sperando e l’altra disperando.

Una parte si concentra a costruire, a dare il suo contributo cercando di concretizzare idee e sogni messi da una vita dentro a un cassetto. L’altra parte invece vive di illusioni, di specchietti per allodole, quando la luce sembra avvicinarsi ed è lì ad un passo per essere toccata, questa si allontana nuovamente, riportando la visuale su un’amara realtà e soprattutto sulla strada dell’incertezza.

In questo periodo vedremo crollare e disgregarsi situazioni che non potevano più reggersi in piedi, ma ci sarà chi, nonostante tutto, cercherà di recupere l’irrecuperabile. Queste rotture sanificano e portano guarigione. Inizialmente questo non si percepirà, ma si vedrà solo ciò che si è perso e che ancora non eravamo pronti a lasciare andare.

Con il tempo e meditando su ciò che è accaduto, ci si renderà conto che ciò che è andato ha lasciato spazio al nuovo e davanti a noi si apriranno altri percorsi e sentieri inaspettati.

 

Spiritualità

In questo primo mese dell’anno, praticare la meditazione quotidiana ci aiuterà a purificarci dalle energie decisamente pesanti dell’anno appena passato. Raccoglierci in uno stato interiore, ci dà anche la possibilità di fare un bilancio spirituale di ciò che è stato il 2021. Fare un resoconto sul lavoro che è stato svolto, potrebbe essere necessario per capire se dobbiamo continuare a lavorare, andando ancora più a fondo su determinate sfere (non ancora totalmente sviscerate), oppure da questa valutazione potrebbe emergere la necessità di concentrarsi su altri aspetti, aspetti che sono stati toccati solo marginalmente oppure totalmente inediti. Questo ci aiuterà a mettere dei punti fermi e a capire dove siamo, e la strada che dobbiamo percorrere.

Cominciamo già da questo mese a migliorarci lavorando su noi stessi, questo ci permetterà alla fine dell’anno 2022 di raccogliere i frutti delle nostre fatiche. In questo mese ma in generale per tutto l’anno, dovremmo spingere e lavorare su di noi per sciogliere quei nodi karmici che ancora oggi stanno ostruendo il cammino dell’anima.

Da questo mese verremo chiamati ufficialmente a prendere una netta posizione: iniziare o continuare a lavorare per alimentare la luce interiore oppure continuare a maledire il buio esteriore. La prima scelta darà libertà, la seconda ulteriore prigionia.

Una pratica molto importante sarà anche quella di iniziare a guardare al passato, con il forte intento finalmente di lasciarlo andare e di accettarlo così com’è stato; questo ci aiuterà a scaricare finalmente quel pesante bagaglio che da troppo tempo orami ci portiamo inutilmente appresso.

 

 

FEBBRAIO

Arcano Maggiore Reggente: XI La Forza

 

Le energie circolanti nel mese di febbraio, ci aiutano a trovare la forza e il giusto equilibrio per affrontare questo mese, che tra alti e bassi sembrerà durare più a lungo dei suoi 28 giorni. In linea generale sembrerà quasi di vivere sospesi a meta tra Cielo e Terra, la sensazione sarà quella di vivere all’interno di una bolla sospesa in aria.

In questo mese ci sarà ancora una comunicazione poco chiara ma soprattutto confusionaria. Caos creato appositamente per fare sì che la fenditura già tanto evidente, risulti ancor più tangibile. Il caos comunicativo e minuziosamente pilotato non darà i frutti sperati, in quanto la credibilità di certe notizie vacillerà vertiginosamente. Ciò che si doveva separare si è già separato, ulteriori sforzi messi in campo per separare ulteriormente serviranno solo ad ottenere effetti contrari e collaterali.

In questo mese si potrebbe incrementare il numero di persone che rimarrà a casa da lavorare. Questo non indica necessariamente subire qualcosa di imposto dall’esterno, al contrario, potrebbe trattarsi invece dell’azione preceduta da un’attenta valutazione di pensieri e intuizioni che da mesi si presentano sistematicamente, e che ora ci chiedono con ardore di essere guardati in faccia e resi tangibili. Questa spinta al cambiamento, potrebbe tradursi anche nel fare spazio nella propria vita, tagliando i rami secchi non solo a livello lavorativo, ma cercando di chiudere i ponti con il vecchio paradigma e con persone che hanno esaurito il loro percorso assieme a noi.

Infine, in questo mese potrebbe ricomparire l’ombra di ulteriori strette e atti coercitivi a danno della popolazione e soprattutto dell’economia. Economia che nonostante tutto, seppur sorretta da gambe traballanti cerca e riesce a stare in piedi e tirare avanti.

 

Spiritualità

La spiritualità sta spingendo sempre più risoluta. Il risveglio del Sacro Femminino sarà forte protagonista per tutto il 2022. Spiritualmente parlando è un evento, o meglio, sono e saranno una serie di eventi importantissimi, che finalmente affonderanno saldamente le radici al terreno, di cui i frutti vedremo e raccoglieremo nel tempo.

Se i Sacri Cuori dell’Umanità si stanno risvegliando in una nuova forma di Amore Inedito e Arcano su Gaia, è grazie a chi instancabilmente sta lavorando sia nel piccolo che nel grande, alla manifestazione della Luce sulla Terra. E’ il Servizio alla Luce che sta alimentando il nostro collegamento innato alla Divinità Interiore.

Il nostro Io Superiore, busserà alla porta del nostro cuore ancora una volta, e starà ancora una volta a noi accettare e abbandonarci ad esso, oppure tentare con unghie e denti, di aggrapparci a qualcosa che non c’è più… a una materialità che si sta sgretolando sempre più in fretta e che si sta sfilacciando inesorabilmente senza possibilità di recupero.

Accettiamo il nuovo che sta bussando alla porta del nostro cuore, accettiamolo anche se questo include lotte interiori e conflitti esteriori. Lasciamo che sia… per troppo tempo abbiamo schivato questi inevitabili scossoni, che, stando lì, hanno solo aumentato la loro resistenza… quest’energia che è stata soffocata e non è riuscita ad implodere nel tempo, ha portato ancor più sofferenza e dolore.

Ciò che ci fa male ci sta chiedendo di essere curato, guarito e lasciato andare.

In particolare in questo mese, sarà importante focalizzare l’attenzione sull’abbondanza e non sulla mancanza. In linea generale è un esercizio da praticare sempre, poiché ricordiamoci, che nella nostra vita attraiamo ciò su cui focalizziamo appunto la nostra attenzione.

Cerchiamo in particolar modo in questo mese, di rimanere quanto più possibile aperti nel cuore ed equilibrati nella mente.

In questo periodo è preferibile lavorare poco ma bene, piuttosto che strafare e farlo male.

 

 

MARZO

Arcano Maggiore Reggente: XXI  Il Mondo

 

Il mese di marzo energeticamente parlando, si presenta come un ciclo di chiusura-apertura. Questo passaggio di conclusione e nuovo avvio, non sarà ancora tangibile, ma in quanto energia, sta mettendo le basi per la prossima manifestazione. In sostanza sarà il mese in cui, ad ogni rottura o chiusura seguirà un nuovo esordio o un nuovo inizio.

Il 20 marzo c’è l’equinozio di primavera, e questa data simbolicamente designa proprio una fine e un principio… ovvero si chiude il ciclo invernale e parte il ciclo primaverile. E’ un evento importante per la Natura e per la Terra, ma anche per tutti gli Esseri Umani che, in qualità di ospiti del pianeta, vengono inevitabilmente assoggettati alle leggi della Natura e del Divino.

La primavera è legata al Risveglio e alla Rinascita e l’Arcano Maggiore Il Mondo, ci ricorda proprio che non esiste una fine immutabile, poiché ad ogni Fine sussegue sempre un Nuovo Inizio. A volte, questo inizio, tarda a rendersi manifesto o non lo fa nei tempi in cui desidererebbe l’Essere Umano, ma quando i tempi saranno maturi, esso apparirà ai suoi occhi in tutta la sua comprensibilità.

In questo mese dunque nel piccolo così come nel grande, si farà un resoconto di ciò che è stato e soprattutto di come lo si è vissuto… ripartendo proprio dal 2020, anno in cui è iniziato questo lungo inverno di cui ancora si sta attendendo lo scioglimento dei ghiacci.

E’ un mese che ancora viaggia tra alti e bassi. Chi si concentrerà solo ed esclusivamente sulle condizioni sfavorevoli, non riuscirà neppure a vedere il risveglio della primavera, mentre, chi saprà riconoscere e cogliere dalle avversità le opportunità, sarà nelle condizioni di godersi la Nuova Rinascita che lentamente sta avviando il suo ciclo stagionale.

Come già detto è un mese ancora altalenante, e soprattutto ancora in preda alla confusione. Si avverte nell’aria la voglia di Nuovo e di Rinascita, ma allo stesso tempo, l’interminabile inverno in cui siamo immersi, e che da troppo tempo ci sta accompagnando, tenta di farci perdere la strada maestra disorientando strategicamente la nostra bussola.

Oramai ristrutturare il vecchio non ha più senso… in questo mese, le energie ancora una volta ci chiederanno di buttare giù e distruggere, tutto ciò che ancora ci ostiniamo a tenere piedi. Se pareti e muri portanti oramai sono seriamente compromessi, ciò che non abbatteremo noi, verrà abbattuto dalle circostanze.

In questo mese regnerà ancora indecisione e incertezza sul da farsi. In linea generale questo mettere in discussione toccherà anche chi, già da tempo, ha compiuto delle scelte. Anche i più convinti in questo periodo, potrebbero mettere seriamente in discussione il proprio operato o prendersi una pausa poiché la fatidica e inaspettata domanda: ‘‘Ciò che sto creando o facendo è effettivamente allineato a ciò che vuole veramente la mia anima?’’, potrebbe far barcollare anche le certezze dei più determinati.

Questo mese sarà caratterizzato da un continuo voltar la testa, guardare al passato oltrepassare il presente per proiettarsi direttamente a scrutare un futuro ancora nebuloso. Ogniqualvolta l’essere umano si ritrova di fronte a chiusure importanti e incontrovertibili, ingenuamente si culla nell’illusione e nella falsa aspettativa che: non guardare il ‘‘Qui e Ora’’ ovvero evitare di vivere al presente le situazioni più insidiose o spiacevoli, possa aiutare a raggirare il tempo, nella speranza che sofferenza e dolore passino più rapidamente.

 

Spiritualità

A livello spirituale, molti sentiranno in maniera molto lancinante nostalgia di Casa. La Vera Casa, quella di Appartenenza, la Casa con la C Maiuscola, da dove l’anima discende per maturare, per poi un giorno farne ritorno evoluta e progredita. Per certe persone sarà un dolore improvviso e talmente forte che quasi si sentirà morire. Morire per Rinascere, è questo che parla il mese di marzo. Trasformare il dolore in guarigione è questo che ci sta urlando la nostra anima.

La nostalgia che insopprimibile si manifesterà alle tante persone che ancora rifiutano o non accolgono il proprio cammino animico, potrebbe essere quella condizione o rivelazione che finalmente li aiuterà a far cadere i veli di Maya e ad uscire definitivamente dall’oblio della Matrix.

Questo mese parla di risveglio a 360°, il risveglio alla Vita, alla propria Grande Anima. I gelidi inverni saranno meno freddi se con Fede e Fiducia ci facciamo accompagnare ma soprattutto guidare dalla Scintilla che dimora nel nostro Cuore.

Non bisogna temere le ombre che arriveranno, poiché esse nel momento in cui si mostreranno a noi, e noi le avremmo sinceramente accettate, riempendosi di Luce si fonderanno con il Tutto, si eleveranno e dimoreranno in un Luogo di Pace e di Perdono.

Per chi già possiede capacità extrasensoriali, in questo periodo le connessioni con le più Alte Sfere Celesti potrebbero divenire più fluide se non addirittura potenziate. In generale la connessione con l’Invisibile subirà una discreta apertura, e grazie a questo flusso molti potranno beneficiare di queste frequenze. Ne beneficeranno sia le persone che non credono di avere un certo tipo di predisposizione a facoltà sottili, ma anche sensitivi che potrebbero sperimentare sensibilità o esperienze mai sperimentate prima.

 

 

APRILE

Arcano Maggiore Reggente: XIV La Temperanza

 

Il mese di aprile anch’esso si presenta nuovamente tra alti e bassi. Non escludo che la massa venga messa nuovamente a dura prova, con restrizioni che possano portare a un breve isolamento all’interno dalla propria abitazione. Oramai questo ‘‘yo-yo’’ ha esasperato le persone che continuano a portare pazienza, nonostante la pazienza ormai sia finita nel fondo del barile.

C’è molta stanchezza in questo mese di aprile.

Nuovi progetti seppur molto validi e portatori di successo, non partono come dovrebbero, altri invece non riescono neppure a veder la luce per problemi legati alla burocrazia o a fattori esterni. C’è chi, nell’esasperazione potrebbe pensare di rinunciarvi, mentre i Tarocchi consigliano di lasciare semplicemente quel progetto o quel programma in sospeso, finché la situazione non si sblocca e anche le energie esteriori divengono più favorevoli.

In generale, in questo mese ci troviamo a dover fare i conti con energie pesanti, questo clima di tensione, potrebbe far nascere ancor di più incomprensioni e liti, soprattutto in ambito familiare e domestico. I bambini in questo periodo potrebbero essere i soggetti più colpiti da queste energie opprimenti, le restrizioni di cui parlavo sopra potrebbero colpire anche e soprattutto loro.

In questo periodo potrebbero franare ulteriori altri apparati societari, crolli che daranno il via a nascenti e più equilibrati assetti societari.

 

Spiritualità

Il mese di aprile risulta abbastanza pesante su tutti i fronti, pertanto anche a livello spirituale qualcuno potrebbe avere un blocco o non riuscire a concentrarsi abbastanza per svolgere anche una semplice meditazione quotidiana.

In questo mese per chi non riesce a lavorare su di sé, tenga presente di equilibrare l’alimentazione, evitando cibi che possano bloccare o disequilibrare ulteriormente le energie sottili.

In generale per chi sta mandando avanti con costanza e pazienza il proprio lavoro interiore, sappia che grandi tesori sta accumulando che nel momento più inaspettato e propizio per la persona, questi tesori emergeranno e dalla parte inconscia saliranno verso la parte conscia del Sé.

Sempre in aprile dalla parte più profonda e recondita del Profondo Inconscio, potrebbero riaffiorare vecchie realtà o programmazioni, che si pensava fossero definitivamente estirpate. Qualcosa risale per essere definitivamente guarito e lasciato andare.

 

 

MAGGIO

Arcano Maggiore Reggente: II La Papessa

 

Maggio potrebbe risultare per certi versi una replica di aprile. In questo mese si toccherà finalmente il fondo, sottolineo finalmente perché è solo quando si tocca il fondo, che poi si può tornare su, e riemergere dal baratro in cui si è precedentemente caduti.

Maggio sembra un mese spaccato in due: nella prima parte, come già detto sopra, assisteremo a una vera e propria replica del mese di aprile, per cui le energie circolanti saranno ancora abbastanza limitanti e di natura quasi conservatrice. Mentre (e per fortuna aggiungo), nella seconda parte del mese questa tensione a livello energetico non reggerà più a sé stessa… è la stessa rigidità che arrivando al culmine della tensione, farà esplodere e frammentare questa energia in milioni di pezzi. Questo processo darà finalmente la possibilità di percepire e attingere a energie più fluide e libere di scorrere rispetto a ciò che è stato agli ultimi mesi.

La problematica più grande in questo mese di maggio, è il non riuscire a vedere oltre a quella cortina di nebbia che da troppo tempo ormai, sta occultando la nostra visuale. Questa nebbia artificiale e artificiosa, ci permette a malapena di vedere oltre la giornata che scorre…  Per fortuna l’allentamento delle energie ci aiutano perlomeno a ritrovare positività e voglia di combattere.

A partire dall’ultima settimana di maggio, molti di quei progetti che sono stati lasciati in sospeso, potrebbero finalmente partire, ripartire, oppure potrebbe essere l’occasione giusta per apportare migliorie. Una volta completate le modifiche e i miglioramenti, verrà spontaneo compiere i primi passi procedendo così dal progetto all’esecuzione.

 A partire da questa ultima settimana del mese, tutto ciò che accudiamo o di cui ci prendiamo cura, sarà come Benedetto dalle Stelle e crescerà rigoglioso e forte.

 

Spiritualità

La spiritualità pesantemente colpita per tutto il mese di aprile, potrebbe già agli inizi di maggio beneficiare delle energie che allenteranno la loro morsa a fine mese. Le pratiche meditative potrebbero risultare più fluide già da inizio mese, e andare in soccorso di chi, vorrebbe o ha la mera necessità di riprendere l’Ascolto Interiore per ristabilire centratura ed equilibrio.

In questo mese di maggio è molto importante mantenersi energeticamente puliti.

Dopo un mese di fermo quasi forzato, alcuni channeling, operatori olistici ed esoteristi, potrebbero rendersi conto di aver rafforzato la connessione con le più Alte Sfere Celesti. In questo periodo potrebbero giungere novità anche per chi sta seguendo il proprio Cammino di Luce, qualcuno infatti potrebbe scoprire di aver ricevuto un’attivazione di doni e di talenti in maniera alquanto improvvisa e inaspettata.

Il lavoro che si è svolto nei mesi precedenti, potrebbe già da questo momento dare i primi frutti, pertanto attenzione a cogliere i minimi segni che potrebbero affacciarsi nel vostro percorso. Chi vorrà e li accetterà, dovrà avere la pazienza e la costanza di lavorare su di sé per portare tali frutti a maturazione.

Favorite le collaborazioni in questo campo. Collaborazioni che nascono in questo mese potrebbero risultare durevoli nel tempo e molto sinergetiche.

 

 

GIUGNO

Arcano Maggiore Reggente: III L’Imperatrice

 

La fatica che imperterrita ci sta accompagnando dai mesi precedenti, si farà sentire ancora fino alla prima quindicina del mese. In questo periodo il quadro energetico sta cambiando, questo finalmente ci darà la possibilità di ricaricare le pile e di godere di energie più fluide e benefiche.

In questo mese di giugno ci sarà un piccolo risveglio… saremo toccati da quella sana voglia di vivere e di andare avanti senza mollare. In questo mese che parla anche di iniziativa, siamo chiamati a scrollarci di dosso questa difficile compagna di viaggio chiamata stanchezza, sensazione che da troppo tempo ormai si è unita a noi.

Volgere lo sguardo al passato senza malinconia, significa guardare quello che c’era e riproporlo migliorato e idoneo alle Nuove Energie di Luce. Questo piccolo risveglio sarà accompagnato da una Forza Nuova … occorre rimboccarsi le maniche e lavorare sapientemente ed energeticamente pensando al futuro e a tutto ciò che di bello e migliore si può ancora fare.

 

Nulla è perduto, MAI! Tutto cambia e più di ogni altra cosa Tutto si Trasforma.

Sta a noi decidere cosa, come e quando.

 

In questo mese, dall’alto della loro tirannia certi soggetti potrebbero sparare a zero su determinate questioni… l’odore del fallimento e dell’inevitabile rovescio della medaglia (di cui le energie sono cariche da tempo), per loro è sempre più forte ed evidente. La pressione a cui sono sottoposti dai loro padroni, farà sì che testeranno ancora una volta a che punto è il Popolo: se ancora addormentato e cotto a puntino, oppure notevolmente sveglio e particolarmente arrabbiato. Ciò che verrà sparato a zero non verrà messo in atto, ritrattazioni pressoché immediate.

La stagione estiva e vacanziera potrebbe attardarsi a partire, c’è sicuramente ancora tanta destabilizzazione e sconcerto da smaltire.

Questo mese sarà terreno fertile per le novità, nelle persone si potrà osservare una rinnovata caparbietà e positività.

 

Spiritualità

L’Arcano Maggiore l’Imperatrice è il fulcro, l’emblema nonché Regina indiscussa di questo mese di giugno. Giugno è il sesto mese dell’anno, è il mese che divide in due l’anno formato da dodici mesi, è l’esatto Centro.

E’ lì che l’Imperatrice ci vuole portare: nel centro in cui tutto nasce, al centro del nostro Mondo Interiore dal quale guardiamo e di conseguenza realizziamo il nostro Mondo Esteriore.

Tante persone in questi primi sei mesi dell’anno si sono ritrovati a compiere scelte difficili, scelte che hanno fatto a cazzotti nel proprio IO Profondo. La lotta interiore vale tanto in termini psichici quanto spirituali, tutto è inevitabilmente interconnesso.

 

L’Imperatrice ci ricorda che:
senza Gestazione non c’è Crescita, senza crescita non c’è Saggezza e
senza saggezza di conseguenza non c’è Evoluzione.

 

Tutto ciò che nasce o viene attuato sotto questo magico flusso: meditazioni, lavori spirituali, pratiche esoteriche, ecc… sarà destinato a svilupparsi e dare nuovi frutti.

Parlando del mese di giugno in termini prettamente pratici, tutto deve essere portato nel giusto equilibrio. Prestare pertanto particolare attenzione ai nostri 7 Centri Energetici (meglio conosciuti come Chakras), cerchiamo in questo periodo di bilanciarli e di mantenerli più possibile in equilibrio.

Nei mesi di giugno e luglio, è bene lavorare con il preciso intento di sciogliere tutta la stanchezza accumulata. Smaltire questo ammasso significa portare nuovo equilibrio alla nostra Bussola Interiore. Sciogliere queste energie stagnanti e stantie ci aiuterà ad essere più presenti e partecipi a Noi Stessi e alla Nostra Vita.

Infine, in questo periodo potremmo assistere a una nuova Ri-Nascita dell’Anima e del nostro Io Interiore semplicemente prendendoci maggiormente cura di noi stessi e del nostro Seme Divino.

 

 

LUGLIO

Arcano Maggiore Reggente: XIII La Morte (Il Tredici)

 

Uno dei significati dell’Arcano Maggiore Reggente del mese di luglio è: Liberazione.

Liberarsi significa avere il coraggio di tagliare… in assenza di questo taglio si permea in uno stato di sonno e di inerzia.

Questo mese dalle energie strettamente legate alla Lama numero XIII e al pianeta Saturno, ci ricorda che siamo di fronte a una grande incognita.

In questo particolare mese, l’inquietudine che salirà dalla coscienza se ben accettata diverrà consapevolezza: Senza la Morte non c’è Inizio e ad ogni Inizio corrisponde sempre una Fine. Frase molto scontata se la si legge solo a livello psichico, ma puramente profonda se la si incorpora nel cuore e nell’animo.

Questo mese di luglio ci incoraggia quindi a tagliare tutto ciò che orami è secco.

Il Tredici ci invita al rinnovo che arriva come conseguenza della liberazione.

I tagli a cui siamo chiamati, richiedono grande coraggio e impegno. Riguardano i più svariati settori della Vita. Ciò che chiudiamo all’esterno avrà una propria controparte interna, congiungendosi queste due metà, si compenseranno e finalmente saldandosi assieme, creeranno lo spazio necessario per accogliere il Nuovo. Ciò che non abbiamo fatto prima siamo chiamati a farlo ora. E così giunti alla fine del ciclo, potrebbero interrompersi situazioni o rapporti, che in maniera ostinata ne abbiamo prolungato l’arco vitale.

Il Tredici ci ribadisce di andare oltre la sofferenza, il taglio è necessario! Allo stesso tempo ci assicura che, più questo sarà netto, più la strada che si aprirà a noi sarà liberatoria.

Il mese di luglio ci invita pertanto a tagliare e lasciare andare ciò che ci fa star male, e che ci crea solo dolore e sofferenza. Questo ostinarsi e persistere non ci porta a nulla, se non a ristagnare e a girare costantemente attorno allo stesso mulinello.

Se esitiamo nel compiere queste azioni, alla fine lo faranno gli altri per noi. Quando ci ritroveremo di fronte al fatto compiuto, a noi rimarrà l’amara percezione dell’ingiustizia. Ciò che crediamo di aver subito in realtà siamo stati noi stessi a decretarlo scaricandone la responsabilità all’altro… l’altro che ai nostri occhi passerà come un insensibile senza cuore che da un momento all’altro si è allontanato e ci ha abbandonato.  

Cerchiamo di accogliere con il giusto distacco e obiettività ogni chiusura che si presenterà a noi, in questo mese ma anche in quelli a venire… prima accettiamo la situazione e prima raggiungeremo la nostra Sovranità.

La Morte non è fine a sé stessa… rappresenta la Fine naturale di una fase o di un ciclo.  Se ci affidiamo ad essa con fiducia e coraggio, riscontreremo che più l’apertura sarà grande, più verremo ricompensati con grandi esperienze di libertà.

 

Spiritualità

La Morte, è la lama più temuta e allo stesso tempo più suggestiva dei 22 Arcani Maggiori. Essa è la Morte che cela in sé la Nuova Rinascita, è la Fine che conduce a un Nuovo Inizio.

Molti di noi inaspettatamente potrebbero ritrovarsi alla fine di un ciclo spirituale e all’inizio di qualcosa di nuovo, di mai sperimentato prima.

Questo mese di luglio è molto particolare: Vita Esterna e Vita Interna si intersecano e la loro fusione, ci farà vivere in un tutt’uno tra Noi e ciò che ci circonda. Sperimenteremo la quotidianità materiale che si fonderà con la quotidianità spirituale. Grazie a questo sarà più semplice scendere e aprirsi verso l’interno… attenzione però, perché ombra e luce potrebbero alimentare illusioni o fraintendimenti. Siamo portati in questo mese a sperimentare qualcosa che ancora non ci appartiene del tutto, qualcosa che invece è familiare in dimensioni superiori… affrontiamo questo assaggio di nuova realtà senza timore e senza paura, essa ci chiede di mettere in pratica ciò che abbiamo studiato fino ad oggi: discernimento, obiettività ed equilibrio.

E ancora… ciò che andremo a sistemare a livello interiore, si rifletterà nel nostro mondo esteriore. In questo mese saremo interpellati a chiudere con certi atteggiamenti o peculiarità caratteriali. Le nuove energie ci aprono gli occhi e ci enunciano che alcune parti di noi risultano orami obsolete e non più allineate alla nostra evoluzione e crescita spirituale.

E’ il mese ideale per far morire l’Ego e far nascere l’Anima.

E’ un mese che ci può dare tanto se accettiamo con fiducia che qualcosa di nuovo venga a noi.

 

 

AGOSTO

Arcano Maggiore Reggente: X La Ruota della Fortuna

 

Per chi ha seguito le indicazioni e si è fidato nel mese precedente dell’Arcano Maggiore La Morte, questo periodo potrebbe già risultare rivelatore. Il ciclo che si è compiuto porta indubbiamente leggerezza e ritrovata armonia. L’abbondanza di cui ci parlava il Tredici nel mese scorso, per alcuni potrebbe arrivare prima del previsto.

Una bella spinta e il via definitivo, potrebbero arrivare per quei progetti e nuove idee, che fin ad oggi hanno trovato intoppi e ostacoli. Ciò che parte questo mese è accompagnato da successo e rinnovata fiducia. Potrebbe essere anche la giusta occasione per aggiustare o rielaborare non solo progetti ma anche rapporti, amicizie e situazioni.  

In questo mese, si è particolarmente richiamati a uscire da casa propria sia a livello fisico che emotivo. Chi ha fatto della stagione invernale sua rigida compagna di vita, potrebbe piacevolmente scoprire che, dopo tanto attendere, le calotte di ghiaccio si stanno gradualmente sciogliendo.

I luminosi raggi di sole protagonisti indiscussi di questo mese, ci aiuteranno a ritrovare una certa fiducia in noi Stessi, e proprio perché ripartiremo da Noi che sapremo finalmente Donarci calore e vita.

La creatività soprattutto verso la fine del mese potrebbe risultare decisamente accentuata!

 

Spiritualità

La Ruota della Fortuna, ci ricorda che tutto è in costante movimento, tutto cambia nulla rimane immutato per sempre… il movimento di questo Arcano è lento e quasi impercettibile ma costante e ininterrotto.

In questo mese potremmo essere chiamati ad affrontare delle prove; prove inevitabili, piccole pietre di un mosaico che si armonizzano per portarci sempre sul cammino del nostro destino.

In questo mese ci potremmo trovare a chiudere con il passato… un passato che nasce e arriva da lontano, qualcosa che con pesantezza ci trasciniamo ancora dalle vite precedenti. La vita ci ha già fornito di tutti gli strumenti necessari per affrontare questi periodi, probabilmente non sarà così semplice o sbrigativo, ma svincolate e affrancatore sì. Gli strumenti che mettiamo scrupolosamente da parte, arrivano da lontano e li tiriamo fuori nel momento in cui la prova e gli esami giungono a noi.

Questo arcano ci ricorda che il nostro compito è da onorare e portare a compimento.

Tutto ciò che arriva siamo in grado di gestirlo, non arrivano mai compiti che non siamo in grado di affrontare. Lasciamo andare la durezza del cuore e cambiamo atteggiamento verso la vita e le cose che ci accadono. Alcune prove potrebbero richiedere un elevata dose di: pazienza, tempo, forza, ma soprattutto coraggio. Tutto è dentro di noi, sempre! Il duro lavoro che abbiamo realizzato, in questa ma anche nelle vite precedenti, ci ricorda che siamo pronti per questa grande missione.

La Missione del Cuore apre a noi strade impensabili… strade che ci portano a raggiungere i traguardi necessari per elevare il nostro Spirito dalla Materia. Lo Spirito si eleva grazie alla Materia in un connubio perfetto tra Luce e Ombra.

In questo mese siamo spinti da forze Invisibili, a lavorare in maniera particolare sul nostro Karma personale. Per le anime che si sono offerte di lavorare anche sullo scioglimento dei Nodi Familiari, il lavoro da svolgere potrebbe risultare notevolmente più arduo. Approfittiamo del mese di agosto… le sue energie sono propense a trasmutare in maniera più celere antiche memorie e antichi drammi, questo lavoro se ben compiuto si manifesterà sul piano materiale con risultati tangibili.

 

 

SETTEMBRE

Arcano Maggiore Reggente: IV L’Imperatore

 

Se nei mesi precedenti si è parlato tanto di progetti e pianificazioni, direi che per questo mese di settembre si può parlare di radicamento. Ovvero tutto ciò che è stato costruito e tirato su nell’ultimo anno o periodo, finalmente non solo sta attecchendo bene nel terreno, ma sta anche evolvendo in maniera stabile e concreta.

Per chi si vuole mettere in proprio o ha dei progetti in corso d’opera, potrebbe risultare un mese molto duro… ormai l’impazienza di volgere non solo lo sguardo altrove, ma concretizzare qualcosa di nuovo soprattutto in ambito lavorativo, potrebbe portare a una certa esasperazione e insofferenza.

Ma questo è anche il mese delle buone occasioni… chi da tempo non trova più stimoli in ambito lavorativo, e dopo tanti anni vorrebbe cambiare e chiudere, con un po’ di coraggio ma anche fortuna potrebbe presentarsi un’occasione inaspettata. Sicuramente è una grande prova perché ciò che arriverà sarà un’occasione veramente fulminea e la stessa decisione “accettare o restare’’ dovrà anch’essa essere presa abbastanza rapidamente.

Sentenze legate a cause legali potrebbero essere rimandate o non dare i frutti sperati. Per chi invece, vuole chiudere delle situazioni che oramai si protraggono da tanto tempo, potrebbe voler dire scendere a compromessi ed accontentarsi di verdetti o richieste non propriamente imparziali.

Le energie sono buone anche per chi sta cercando un’abitazione che possa dare finalmente solide sicurezze. Chi acquista una casa sotto l’influsso dell’Imperatore, oltre che a fare un buon affare potrà godersi il proprio acquisto all’insegna della stabilità e del meritato riposo.

Le energie che circolano nel mese di settembre possono dare una certa lucidità mentale, che è spesso mancata nei mesi precedenti.

Queste energie infine parlano anche di realizzazione personale e autorità.

 

 Spiritualità

Questo mese è propiziatorio per lavorare su di Sé, e soprattutto sulle ferite che ancora ledono l’anima.

Potrebbe trattarsi di dover tornare a lavorare su qualcosa che in realtà si pensava finalmente chiuso e totalmente guarito. In ambito spirituale, può capitare di dover tornare su qualcosa che si pensava d’aver sistemato… spesso quando ci sono ferite profonde o dei karma molto pensanti, il lavoro necessario da effettuare potrebbe richiedere un’attività da svolgere su più livelli e dilatati nel tempo.

L’Asso di Bastoni, Arcano Minore che emerge in modo importante in questa lettura, ci parla di impulso, forza e crescita. E’ il potenziale inespresso che abbiamo dentro di noi e che vuole emergere in maniera dirompente, con slancio e rinnovata energia. Tutto questo fuoco potrebbe portare frustrazione, poiché la velocità con cui brucia potrebbe dare senso di soffocamento e prevaricazione rispetto alla propria volontà. Il miglior approccio è centrarsi avendo premura di non spegnere l’entusiasmo. La centratura dà modo di non cedere al caos, ma soprattutto dà il grande vantaggio di destreggiarsi prendendo una cosa alla volta, senza per questo o rinunciare ad energie che parlano spiccatamente di autoevoluzione e autorealizzazione.

Il lavoro eseguito sotto l’influsso dell’Imperatore e L’Asso di Bastoni, offre buone prospettive e reali possibilità di svolgere un buon lavoro senza perdere l’entusiasmo. Allo stesso tempo, queste energie propiziatorie e vitali parlano di qualcuno che è all’altezza della sfida che ha accettato.

Se queste energie saranno ben sfruttate, brillanti risultati potrebbero arrivare in minor tempo, mentre se temute e prese di petto, i risultati arriveranno ma saranno più sofferti e meno fruttuosi.

Prestiamo attenzione nel misurare sempre le forze messe in campo. Ci troviamo di fronte a energie talmente incontenibili, che senza sforzo ci sostengono e ci danno tanta vitalità. Evitiamo di abusare di tanta grazia. Le energie mutano e si trasformano, e nel momento in cui questo avviene se colti impreparati, potremmo ritrovarci a dover fare i conti con disequilibri energetici di una certa importanza. Più rilevante sarà questo squilibrio, più tempo ci vorrà e dovremmo impiegare per ritrovare stabilità e bilanciamento.

 

 

OTTOBRE

Arcano Maggiore Reggente: XV Il Diavolo

 

Molto enigmatico questo mese di ottobre.

In generale vedo una stesa decisamente ricca di contrapposti, e situazioni che allo stesso tempo risultano “uguali e contrari” tra di loro. Se da un lato vedo delle cose positive, dall’altro vedo la controparte negativa. Pertanto in questo mese di ottobre, ogni parte negativa o positiva che si metterà in azione o in campo, allo stesso tempo agirà anche il lato contrapposto. Una cosa che balza sicuramente agli occhi è l’equilibrio delle due forze. Mettere a parole questa sensazione è veramente difficile, pertanto seguirò a scrivere citando qualche esempio pratico che emerge dalla stesa.

E’ un mese molto movimentato su tutti i fronti, e che tocca praticamente tutti i settori principali della vita. La stesa in linea generale, è decisamente favorevole ma come preannunciato sopra, ogni cosa positiva o negativa che si muoverà, si attiverà anche la sua controparte, e così:

– potremmo assistere alla nascita di nuove relazioni durature; proposte di matrimonio e cerimonie nuziali in questo mese di ottobre potrebbero aumentare. Allo stesso tempo, assisteremo a rotture definitive di rapporti pertanto: matrimoni o relazioni anche di lunga data, potrebbero saltare per aria e in certi casi anche in maniera del tutto inaspettata. Qualcuno potrebbe scoprire accidentalmente che sta vivendo da tempo e soprattutto inconsapevolmente, in una relazione affollata e poco sincera.

– Sul settore lavorativo potremmo trovare persone che mandano all’aria il proprio lavoro, senza prima riflettere bene sul da farsi o senza prima aver trovato una nuova collocazione. L’istinto prende il sopravvento e inibisce la ragione, pertanto a posteriori e dopo una breve riflessione, molti si potrebbero pentire (quasi nell’immediato) dell’azione compiuta. Allo stesso tempo e all’opposto invece ci sarà chi, si vedrà recapitare in maniera del tutto inattesa un nuovo (buon) contratto lavorativo ma vi rinuncerà… in questo caso sarà la mente che prenderà il sopravvento e che inibirà quel pizzico di sano istinto, rinunciando così a una buona occasione, sacrificando rinnovata motivazione e creatività. A posteriori qualcuno si pentirà di non essere salito sul treno che si era inaspettatamente fermato.

– Sul settore immobiliare c’è chi si farà scappare delle buonissime occasioni dalle mani; allo stesso tempo qualcuno si farà ammaliare… e nel momento in cui si metterà a riflettere e ad osservare attentamente l’acquisto, e passata l’euforia iniziale, realizzerà troppo tardi (e a fatto compiuto), che dovrà fare i conti con una bella fregatura.

 

Il Diavolo quando esce in una stesa, ci avvisa che ci possono essere dei pericoli… questa carta pertanto ci mette in allerta, e ci indica di prestare particolari attenzioni a: inganni, manipolazioni, e raggiri.

Alla luce di quanto scritto nelle righe precedenti, in questo periodo, prima di firmare: contratti, assicurazioni, prendere accordi, o in generale firmare documenti che prevedono uscite di denaro, ma anche nel caso vi vengono proposte polizze o investimenti dalle entrate molto allettanti e miracolose… Ecco… in tal caso, prima di prendere una qualsiasi decisone, ponderate bene e informatevi meglio: cercate di carpire bene chi avete di fronte, e nel caso persistono i dubbi affidatevi a un esperto. Se la persona che vi ha fatto la proposta non è un conoscente, o è un elemento con cui fate affari saltuariamente… a maggior ragione prendete tempo, leggete attentamente e osservate bene tutti i cavilli, accordi e condizioni. Prima di firmare e mettervi nei pasticci, siate cauti e cercate di stare alla larga da frodi e truffe.

Chi invece nel passato ha subito: torti, soprusi, o sottrazioni di beni, vedo energie favorevoli, atte a far ritornare a chi ha subito l’ingiustizia ciò che gli è stato depredato.

Come indicato sopra, il Diavolo è legato alle truffe e alle manipolazioni. C’è però una particolarità molto spiccata che emerge dalla stesa. In questo mese chi ha la fortuna di ricevere denaro o immobili grazie a un’eredità, è protetto e benedetto dalle forze benefiche della Lama numero V Il Papa, in quest’ambito grosse problematiche non ne dovrebbero nascere. Queste energie coprono anche chi: rileva o acquista un’azienda o investe nella propria attività già preesistente.

In questo mese, sarà particolarmente difficoltoso ponderare bene e compiere delle scelte. Per chi può temporeggiare, e rimandare al mese successivo è bene che attenda ad enunciare il proprio verdetto.

Concludendo: Il Diavolo, Lama reggente del mese di ottobre decisamente pesante e impegnativa, si trova nella stesa accompagnata da un sacco di Carte molto positive, a maggior ragione gli Arcani Maggiori che coronano questa lettura permetterà alle energie di mantenersi in equilibrio. Attenzione! Ribadisco! Occhio ai passi falsi o affrettati, soprattutto per quanto concerne tutto ciò che ha a che fare ed è accompagnato da diversi zeri…

 

Spiritualità

La Lama numero XV può indicare il buio, ma anche la luce che gettata sulla nostra ombra, ci può aiutare e portare alla conoscenza di Sé. Se questa conoscenza non riesce ad emergere, pretende per lo meno di essere guardata in faccia e riconosciuta.

Spiritualmente parlando il Diavolo vi chiede di scendere negli abissi, e illuminare finalmente tutto ciò che ancora non si vuol vedere, o che da tempo si sta accuratamente evitando di guardare.

Per alcuni questo periodo sarà uno stop forzato. Come anticipato qualche riga su, questo mese sarà molto profondo e va vissuto sia con una certa intensità d’animo ma soprattutto con una certa presenza a Sé Stessi. Ed è così che siamo chiamati a prendere in mano tutto ciò che non ci piace, e tutto ciò che ad oggi in maniera scaltra (ce la siamo cantata ovviamente), abbiamo aggirato e spostato sempre più in là, nella speranza che allontanandola si stancasse di aspettare e se ne andasse.

Ebbene no!

Questa volta dobbiamo sistemare tutto ciò che abbiamo tenuto in sospeso.

Tutto ciò che arriva e che destabilizza il nostro Interiore non arriva perché ci vuole male, semplicemente ci sta segnalando il suo disagio… disagio che noi nella nostra sordità non vogliamo ascoltare. In realtà, è più semplice di quanto non sembri… la richiesta che ci viene fatta è questa: trovare pace! Se noi troviamo pace Lui tramite il nostro Perdono si può trasformare in Luce. Non abbiate paura pertanto degli accesi scontri tra Noi & Noi che si potrebbero manifestare, piuttosto accogliete e guarite.

Per chi con purezza d’animo, accoglierà questa sfida e lavorerà con amore e risolutezza, sarà guidato ancora una volta dalla Lama numero V. Con l’aiuto dell’Arcano Maggiore Il Papa, il lavoro che verrà svolto e compiuto porterà grandi insegnamenti e in maniera vivida si riuscirà finalmente a voltare pagina una volta per tutte. Al contrario chi ancora una volta tenterà di scappare dalle proprie responsabilità, raccoglierà esperienze effimere che porteranno ancor più confusione… inizialmente si avrà l’illusione di aver ottenuto tanto. Si accederà a quella pseudo pace ritrovata che in realtà sarà la premessa che riaccenderà il fuoco della lotta.

A noi pertanto la scelta di come agire!

Sarebbe veramente un peccato non accogliere con la dovuta gratitudine questo momento di lavoro prezioso… tutto questo come già detto ci vuole aprire le porte della ricchezza e del benessere.

In questo mese colmo di energie decisamente difficili ed impegnative, potremmo cadere “vittima” di scompensi emozionali. In questo periodo di frustrazione, potremmo sperimentare la manifestazione e fuoriuscita verso l’esterno di rabbia e malumore. Permettiamoci di lasciare andare ciò che per tanto tempo è stato represso. Dal momento in cui riconosciamo di essere in questo “Stato d’Essere”, cerchiamo di stare con Noi e tra Noi. Evitiamo di guardarci con disprezzo, accogliamo quest’apparente espressione negativa di Noi… in fin dei conti vuole emergere solamente per poter uscire e librarsi verso la luce della liberazione.

 

 

NOVEMBRE

Arcano Maggiore Reggente: XVII Le Stelle

 

Diciamo pure che nelle prime settimane del mese di novembre, potremmo avvertire degli strascichi di pesantezza delle energie legate all’ Arcano Maggiore XV Il Diavolo e, che, per tutto il mese precedente ci hanno fatto “sudare sette camicie”. Le Stelle ci ricordano che la Luce c’è sempre, l’ombra stessa non è altro che un prodotto della Luce… e più la Luce è intensa più l’ombra che si proietta sul terreno è scura.

Le Stelle, ci ricordano di scrollarci di dosso anche tutto quello che è stato vissuto nel mese precedente. Le energie in novembre cambiano notevolmente, e sarebbe un vero peccato continuare a crogiolarsi nella forma statica. Se ricorriamo alla nostra Maestria e passiamo dalla teoria alla pratica, potremmo transitare dal buio della notte alla luce del giorno in men che non si dica!

A parte questa parentesi iniziale, nella seconda parte del mese finalmente tutto si alleggerisce e dona una nuova luce a tutto ciò che ci circonda.

Ci sarà più voglia ma anche più spazio, per mettere in campo nuove iniziative di successo, allo stesso tempo ciò a cui daremo vita con abilità e maestria si trasformerà in oro.

La comunicazione in generale sarà abbastanza buona. In questo mese potrebbero salire dalla coscienza sensi di colpa per cose non dette o mai chiarite. Questo periodo potrebbe essere favorevole per gettarsi alle spalle qualche scheletro nell’armadio o per finalmente alleggerire qualche peso che si porta dentro da tanto tempo.

Di tanto in tanto qualche nube potrebbe oscurare il cielo, e queste energie si possono manifestare soprattutto in ambito relazionale e di coppia, facendo emergere dubbi, sconforto e freddezza. Come riferito sopra in questo periodo, le comunicazioni sono favorite… ma attenzione! Prima di esporvi, verificate che ciò che vi turba abbia delle fondamenta e non sia frutto di un abbaglio o di un malinteso. Se non avete ben chiaro le motivazioni legate a questa tristezza che vi pervade e che aleggia nell’aria, evitate per il momento di confrontarvi con l’altra persona. Prima di agire centrate bene: mente anima e corpo, e cercate di analizzare e di comprendere bene di cosa si tratta e a maggior ragione se sussiste una reale motivazione correlata a quest’emozione.

Non sempre sono gli altri il problema, in realtà molto più spesso di quanto non si pensi, siamo noi che dobbiamo prendere atto di qualcosa che è stata sepolta da tempo, e che non è mai stata ascoltata abbastanza. In tal caso evitiamo di dare colpa all’altro, che è semplicemente un attore che ci sta facendo da specchio e ci sta indirettamente aiutando a trovare la strada e il giusto equilibrio.

Nell’esporvi senza un’autoanalisi accurata, il rovescio della medaglia potrebbe portare a litigi, discussioni o comunque a dover gestire situazioni poco piacevoli. Se non riuscite a riflettere con obiettività, l’impeto sarà solo quello di additare e accusare. La soluzione ottimale è temporeggiare e pazientare. Rimandare riflessioni e chiarimenti attendendo tempi migliori, vi permetterà di spostare il focus verso altro, dando così la possibilità alle energie di fluire più liberamente. In virtù di questo processo, e in maniera del tutto inaspettata potrebbero giungervi riposte abbastanza secche e mirate, che eviteranno così di esporvi ad eccessiva fatica e a compiere tortuosi e complicati tragitti.

 

Spiritualità

Chi, nel mese precedente è sceso negli abissi più profondi e non vi è fuggito, questo mese raccoglierà Luce e Frutti del proprio operato.

Dobbiamo divenire consapevoli di Noi, e man mano che trasformeremo il peso in leggiadria, ci renderemo conto che il cammino senza pesanti zavorre è più agevole e fruttifero.

In questo mese, assisteremo a repentini cambiamenti che porteranno abbondanza e Doni, che dall’antimateria scenderanno nella materia e si concretizzeranno a patto che: noi rimaniamo aperti ma soprattutto disponibili ad accettare sorprese positive, ricordandoci che tutti siamo meritevoli di ricevere e l’Universo ci ripaga sempre e ampiamente per i nostri sforzi!

Nell suo insieme il mese di novembre, risulta un periodo ideale e proficuo per portare in equilibrio parti di noi che ancora dobbiamo integrare o facciamo fatica ad accettare.

Infine in questo mese, impareremo e soprattutto toccheremo con mano quanto l’Universo ci ascolti e ci risponde sempre in base alle nostre inclinazioni… le risposte che riceveremo, saranno basate sulle nostre paure e pessimismo o piuttosto sull’audacia, determinazione e positività. Tutto questo viaggia a stretto contatto e soprattutto, in base alla percezione che abbiamo della Vita e della ‘‘Realtà’’ che ci circonda. Pertanto i messaggi che effondiamo ci torneranno indietro concretizzandosi nella materia, pertanto attenzione a: pensieri, parole ed emozioni.

Prestate attenzione se emergono emozioni di rabbia e aggressività. Se per tanto tempo questi sono stati congelati, o peggio tenuti a bada utilizzando autocontrollo e tattica, continuare su questa strada non vi aiuterà di certo a risolvere e a sciogliere queste nubi scure che vi aleggiano attorno. Piuttosto è arrivato il memento di guardare dall’alto i problemi o le situazioni che sono legati a queste emozioni, e cercare di sciogliere ove possibile sia a livello materiale che spirituale questi nodi portando a un punto di svolta i vostri tormenti.

Nel complessivo sarà un mese di: raccolta, guarigione e nutrimento, sempre se ce lo concederemo e ci sintonizzeremo sulle giuste frequenze.

 

 

DICEMBRE

Arcano Maggiore Reggente: XX Il Giudizio (L’Angelo)

 

La XXma Lama rappresenta redenzione e liberazione, ma anche miracolosa trasformazione. L’Angelo della Resurrezione ci preannuncia che una fase difficile volge al termine e si è alla Vigilia della soluzione di un problema.

Il lungo anno che volge al termine, porta con sé indubbiamente un pesante strascico, allo stesso tempo voglia di quietare il caos e dirigersi verso il Nuovo… un Nuovo che di cui ancora nulla si presagisce.

Nell’aria aleggia forte voglia di Rinascita. Ed è così che si inizia a guardare ad alte mete ancora non visibili, con purezza e ingenuità si guarda all’anno venturo, che sta già bussando alla porta e che ha fretta di spodestare il 2021.

Il 2021 ci ricorda che tramite lui si è compiuto un ciclo, e di prestare attenzione perché quando ci sarà il passaggio si andrà dal noto verso l’ignoto.

Impariamo dalla pesantezza a sperimentare la leggerezza.

Approfittiamo di questo ultimo mese dell’anno per portare meglio alla luce tutte le problematiche o ciò che riteniamo tali. Impariamo a sperimentare che: pensieri e dubbi che derivano dai vari settori della vita, si possono affrontare senza sconforto, ma a patto che permettiamo alla Voce Interiore di dire la sua e da lei ci lasciamo guidare.

Nell’attesa che il Nuovo Anno entri nelle nostre vite, nel frattempo non c’è molto altro da aggiungere se non di lasciare andare tutti gli stati di rabbia e rancore accumulati ad oggi. Questi sentimenti disarmonici ci annebbiano, impedendoci di chiudere con il passato e disorientandoci ad un futuro ancora tutto da costruire.

Non disperiamo, la Nuova Luce presto sorgerà, scappare non servirà a nulla se non ad allungare ancora la pena per un qualcosa che presto disgregherà in mille frammenti.

Il Popolo finalmente comincerà a scorgere il proprio riscatto. Così la gente, come l’Araba Fenice risorgerà dalle proprie ceneri, ma solo dopo aver imparato la Resilienza… e aver coltivato all’Interno di Sé la capacità di fronteggiare positivamente la vita anche dinnanzi alle peggiori avversità. E ed è così che, contro ogni aspettativa la propria esistenza può raggiungere nuove e inaspettate mete.    

 

Spiritualità

Il mese di dicembre per quanto concerne la spiritualità, dà l’idea di tanti ritagli apparentemente difformi e dislocati tra di loro, ma ad una vista più attenta si noterà che ogni singolo pezzo compone il quadro nella sua interezza. 

Tirando le somme, si può constatare che è stato un anno faticosamente importante anche a livello spirituale. Gli sforzi e le difficoltà nonché il tempo dedicato al proprio Essere Divino, saranno ripagati abbondantemente con frutti e doni preziosi.

Chi ha lavorato tanto su di Sé, è riuscito ad affrontare meglio di altri e sui vari piani questo faticoso anno 2022.

Chi si è occupato a migliorare la propria personalità, si renderà conto che tanti schemi ripetitivi e programmazioni, finalmente sono stati smantellati e il cambiamento verrà notato anche dalle persone vicine. Chi invece al contrario non ha mai lavorato su di Sé in questi termini, verrà liberato in modo più drammatico. E’ normale che noi viviamo questi processi di trasformazione con paura, ma essi, retrospettivamente, si rivelano come breccia decisiva verso la grande libertà.

Chi nell’arco dell’anno ha lavorato in maniera demotivata e spiccia, pensando di raccogliere ugualmente prosperi frutti, rimarrà molto deluso. A conti fatti non potete recriminare nessuno se non la vostra mancanza di partecipazione al vostro Stesso (importante) cambiamento.

Questo mese di dicembre ci chiede di stilare un resoconto di ciò che si è fatto o non fatto durante gli undici mesi precedenti. Dalla stesa si nota chiaramente che sarà un mese di bilancio e di raccolta… laddove abbondanza o scarsità del raccolto e floridità dei frutti, sarà dipeso non solo dal nostro operato, ma anche dall’impegno che abbiamo messo a disposizione per Migliorarci, Amarci ed Evolvere.

 

*******************

“Chi ha deciso di camminare in modo risoluto e determinato nella Strada Maestra, e si è impegnato optando per Il Grande Cambiamento ha percorso un lungo tragitto accompagnato dalla Lama numero XII. La Morte ha accompagnato colui o colei giù negli Abissi, percorrendo al buio le proprie viscere, finché un lumicino si è scorto in fondo al tunnel. Ed è così che il Tredici ha compiuto il proprio operato, e ci lascia davanti alla porta degli Inferi. Ad accoglierci l’Arcano l’Maggiore Il Diavolo, minaccioso ci dice che se vogliamo lasciare andare la prigionia della materia e la schiavitù, dovremo lottare contro tutti i Demoni che ancora infestano la Casa del Nostro Spirito. Nello smarrimento più totale, un flash ci ricorda di volgere la mente a un’ottava superiore, arriva in nostro aiuto Il Papa, Arcano Maggiore opposto al Diavolo. Egli ci palesa che siamo di fronte alla nuda realtà: il Mondo degli Inferi. Con la sua sapienza e saggezza, ci insegna che è proprio da lì che si deve ricercare e ritrovare il senso profondo della Vita donando amore e perdono a Sé Stessi. L’Iniziato allora capisce che il Fuoco Sacro è redentore e purificatore… Entra con fiducia dentro quella porta e inizia ad ardere. Le fiamme liberatorie divampano bruciando tutte le impurità. L’anima finalmente si libera, trascende pura verso l’Amore Divino. Egli diviene Il Guerriero… la sua Luce, la Scintilla Divina brilla ora intensamente, di un bagliore talmente accecante che percorrendo la strada a ritroso, Egli raccoglierà tutti i doni che non ha saputo scorgere nel buio dell’andata.’’

 

«Non ci sarà mai notte così lunga da impedire al nuovo sole di sorgere»

 

 

Buon 2022
da

Anima Celeste

 

Clicca su info/prenota per prenotare una lettura di Tarocchi, oppure per richiedere ulteriori
informazioni manda un’email a: info@animaceleste.it

 

 

Attività    Info/Prenota

 

 

Previsioni Tarocchi lettura di Anima Celeste

Copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra

Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’ opera riprodotta. (art. 70 della Legge sul Diritto d’Autore comma 3)”

 

 

Fonte bordo: www.dreamstime.com

Fonte Sfondo: <a href=’https://it.freepik.com/vettori/sfondo’>Sfondo vettore creata da starline – it.freepik.com</a>

Fonte immagine tarocchi: https://www.tarocchigratuiti.it/tarocchi_carte/carte_dei_tarocchi.php

Fonte immagine cuore: https://thypix.com/it/belle-immagini-di-cuori/