angelo - animaceleste.it

 

Gli Angeli si raggruppano in gerarchie o vibrazioni denominate ‘Cori’. Vengono definiti Cori, in quanto le loro voci cantano elogi al Creato e questi elogi compongono la musica delle sfere definita anche come ‘vibrazione basilare dell’ Universo’. La vibrazione primordiale dell’amore puro è quella che da origine alla vita. Questa è la risonanza rappresentata dalle voci angeliche che cantano all’unisono, celebrando il Creato.

Le gerarchie Angeliche sono formate da 9 Cori ( in ordine decrescente) così suddivisi:

Serafini – Cherubini – Troni

Dominazioni – Virtù – Podestà

Principati – Arcangeli – Angeli

 

PECULIARITA’ DELLE TRIADI:

La prima è composta da Serafini – Cherubini – Troni, è la triade più elevata e ricevono direttamente da Dio  la sua illuminazione.  La seconda triade composta da Dominazioni – Virtù – Podestà, ricevono l’illuminazione di Dio dai Cori superiori,  e a loro volta li trasmettono alla terza triade composta da Principati, Arcangeli e Angeli.

Il primo Coro,  appartiene all’Egida del Padre,  il secondo appartiene all’Egida del Figlio mentre il terzo appartiene all’Egida dello Spirito Santo.

L’elevazione delle triadi non si basa sul processo di materializzazione dell’energia divina, più i Cori sono elevati e più questa energia è sottile.

L’energia emanata da Dio è un energia pura, man mano che questa discende modifica la sua vibrazione, dallo stato di luce passa a quello di calore ed infine si condensa in materia.

La prima triade vibra in frequenza di purezza e di luce molto elevata. Il Serafino ha una vibrazione altissima, il Cherubino diminuisce un po’ la sua frequenza, mentre a partire dai Troni che appare seppur in maniera sottile la composizione della materia. Ciò non vieta a qualsiasi Angelo la possibilità di penetrare nella dimensione terrena rivestendosi di materia. Tutti gli Angeli hanno questa facoltà. 

La terza triade, ultimo ordine della gerarchia del Cielo è quella ce si trova più vicina alla specie umana per vibrazioni e affinità. Un noto ordine nella cultura popolare sono gli Angeli Custodi. 

I Serafini:

Manifestano la gloria di Dio esprimendola in luce pura che si propaga come principio di vita a tutto l’Universo. Purificano e illuminano tutto ciò che gli sta vicino, per questo sono i custodi dei luoghi sacri. Questi Angeli sono in contatto direttamente con Dio, essi sono rappresentati come Esseri dotati di sei ali: con 2 si coprono il volto, con due i piedi e due sono utilizzate per volare. Le ali che coprono il volto e il corpo dei Serafini li proteggono dall’intenso fulgore che Dio emette.

I Cherubini:

Manifestano la sapienza di Dio e sono responsabili dell’ordine del caso universale. Sono i guardiani della conoscenza suprema e diffondono la Legge dell’Amore, la sapienza di Dio. Sono i portatori del dono dell’allegria e sono rappresentati come bimbi alati.

I Troni:

Manifestano l’unione con Dio, sono chiamati Troni perché sono gli Angeli che secondo le tradizioni, ‘sostengono’ Dio, sono il suo trono nell’Universo. Sono rappresentati come esseri immensi dalle ali circolari illuminate con i colori dell’arcobaleno. Sono i portatori del dono della perseveranza.

Le Dominazioni:

Gli Angeli delle Dominazioni manifestano la supremazia di Dio e sono per questo rappresentati con scettro e spada, simbolo del Potere Divino su tutto il Creato. Svegliano nell’uomo la forza per sconfiggere i nemici interiori, e stabiliscono la supremazia di Dio su tutte le oscurità. Essendo le malattie manifestazioni di questi nemici interiori, le Dominazioni, sono portatori di guarigione, infatti vengono definiti Angeli curatori, quindi che ci possono aiutare a vincerle.

Le Virtù:

Questi Angeli manifestano la volontà di Dio, e sono rappresentati come bimbi con le ali e senza corpo. Questo simbolizza la velocità con la quale la volontà di Dio arriva fino ai confini dell’ Universo. Sono Responsabili dei miracoli, uno dei modi con cui l’essere umano sperimenta l’intervento diretto dell’energia divina nella sua vita, risolvendo magicamente un problema o portando un dono, un regalo inatteso.

Le Podestà:

Gli Angeli di questo Coro, manifestano il potere di Dio, cioè la forza della Luce. Sono i responsabili del ristabilimento dell’ordine in tutto il Suo regno, eliminando il male. Proteggono l’umanità da tutti i nemici esteriori ed interiori; per questo sono chiamati gli eserciti di Dio. Sono rappresentati con caschi , armature e spade fiammeggianti. Sono Angeli protettori e guerrieri.

I Principati:

Manifestano il dominio di Dio sulla natura e la loro missione principale è quella di occuparsi dell’armonia tra i quattro elementi : Fuoco, Terra, Acqua, Aria. All’interno dell’ordine naturale, sono responsabili del regno vegetale. Sono rappresentati con scettri e croci e sono i portatori del dono dell’equilibrio.

Gli Arcangeli:

Manifestano l’egemonia di Dio e sono i comandanti delle legioni degli Angeli, che rispondono alla loro autorità. Comandano anche sugli spiriti planetari, così come sono responsabili del regno animale. Sono rappresentanti come Esseri bellissimi e maestosi e sono coloro che trasmettono in modo diretto agli uomini gli annunci di Dio.

Gli Angeli:

Manifestano la protezione di Dio su tutte le sue creature. Dentro questo Coro ci sono gli Angeli Custodi, che si occupano dell’ Evoluzione spirituale e della protezione degli esseri umani da tutti i pericoli che li minacciano, custodendoli permanentemente. Ogni essere umano, alla nascita, è ‘saldato’ – unito- a un Angelo Custode che lo accompagnerà lungo tutto il suo percorso terreno, manifestandogli a ogni passo l’esistenza della protezione divina nella sua vita.

RIASSUMENDO:

  • Hanno  funzioni specifiche sulla Terra in relazione agli esseri umani;
  • Trasmettono energie distinte tra loro e potenti;
  • Sono un’emanazione diretta dell’Energia Centrale o Dio;
  • Compiono la loro funzione e giustificano la loro esistenza quando arrivano a destinazione. Ovvero, entrano in contatto con l’essere umano, tra altre creature, trasmettendo la luce e il potere del Cielo;
  • Il nome di ogni Angelo contiene il suo potere ed è il canale per invocarlo;
  • Hanno forma e sostanza perché pur essendo direttamente connessi con Dio, con ‘l’unità’, discendono fino alla ‘molteplicità’, fino alla materia;
  • L’ Angelo e l’uomo rispettano entrambi il ruolo cosmico che gli è stato assegnato. L’ Angelo come diffusore di energia divina, come messaggero, e l’essere umano come co-creatore di forme nuove nella materia, siano esse mentali, psichiche o fisiche.

La luce arriva così fino alla materia chiudendo così il cerchio di comunicazione tra il Cielo e le sue creature.

 

Anima Celeste

 

 

Fonte: Libro Giocando con gli Angeli – Hania Czajkowski (Bis Edizioni – Gruppo Macro)