DOMANDE A UN MAESTRO 2

 

In questo periodo storico così avvolto nel caos… cosa dobbiamo aspettarci?

Ricorda Amata anche la Perfezione Divina nasce dal caos primordiale, se una cosa è già perfetta come si fa a sistemarla? In riferimento a quanto accade ora nel Pianeta Terra se tutto era già perfetto non vivreste ancora nel conflitto personale e sociale e sareste già ufficialmente abitanti di 5 Dimensione. Comunque sia anche nell’imperfezione c’è perfezione è tutta questione di punti di vista… più sono limitati e classificati e più fatica si farà a vederla. Chi dice ciò che è perfetto e ciò che non lo è ? Tutto è perfezione perché nasce dalla mente di Dio, nella 5 Dimensione e quelle successive, non si scorge più ‘‘l’imperfezione’’ come la vedete voi nei termini in cui la giudicate voi, è nella prima dimensione (la 5°) dove Luce e Amore sono alla base di tutto. E’ un concetto difficile da capire quanto da spiegare per via dei veli che ancora vi avvolgono, le parole sono frequenze e queste frequenze vi toccheranno il cuore e li capirete senza aver analizzato e spacchettato il concetto di ciò di cui sto parlando. L’Amore e la compassione sono termini che non si possono spiegare nella loro globalità, ma si incarnano in noi e nel nostro sentire e lì è tutto più chiaro.

 

Molti dicono che siamo già nella 5 Dimensione è vero?

Chiariamo dei concetti e dividiamo questa domanda in vari pezzi per avere risposte più precise possibili:

GLI ESSERI UMANI LI POSSIAMO DIVIDERE IN 4 MACRO GRUPPI

PREMESSA: Non tutti gli esseri umani sono nella 5D, c’è chi ha lavorato su sé stesso assieme agli Esseri di Luce, e c’è chi non lo ha fatto, questi 2 macro gruppi si trovano nel Vostro stesso Pianeta ma con una differenza di coscienza. Entrambe i gruppi fisicamente sono uguali, ma vibrano con frequenze superiori quindi ciò che vivono lo vivono in maniera diversa gli uni dagli altri

 

  • PRIMO GRUPPO: si trovano già nella 5D, il lavoro che è stato fatto in precedenza gli ha permesso di evolvere le proprie frequenze e di potersi permettere di stare in un pianeta 3°-4° D ma con vibrazioni da 5D (non vi è molta differenza tra la 3° dimensione e la 4°, la 4° dimensione è una ‘terra di mezzo’, funzionale per il salto alla 5D, dove per dirla in termini umani non sei né carne né pesce, sei in una terra di mezzo dove non sei più totalmente collegato alla 3D ma ancora non sei in grado di adattarti ed ambientarti alla 5°D). Sono fatti di carne come voi, non sono corpi ‘‘fluttuanti’’ come potreste pensare di vedere, sono corpi solidi ma con una consapevolezza molto alta, le dimensioni non sono uno stato di massa ma uno stato di coscienza, in un Pianeta come il vostro non vedrete mai fluttuare figure bianche trasparenti, per essere abitato il vostro pianeta necessita di un corpo più denso, tant’è vero che le volte in cui Maestri Ascesi come Gesù non si sono presentati sotto forma di Spirito o di Anima, ma si sono presentati come forma umana, con un corpo e tutte le caratteristiche che fa proprie un essere umano.

 

  • SECONDO GRUPPO: si trovano in 4D sono quelle anime che si sono svegliate, ma ancora brancolano nel buio o tra buio e luce. Sono anime che fanno un passo avanti e due indietro, sono quelle anime che non hanno ancora ben chiari dei concetti che stanno alla base dell’evoluzione diciamo pure che sono quelle anime che vorrebbero evolvere ma ancora sperando di portarsi con se i comfort e le concretezze della 3D, le due dimensioni per qualità e caratteristiche non possono coesistere, per accedere alla 5D per forza di cose si deve abbandonare il fardello della 3D, in preparazione a questo si staziona nelle 4D e quando si è pronti a fare il salto nella 5D a sua volta si dovranno lasciare le caratteristiche e le qualità della 4D che per incompatibilità non possono essere portate nella 5D

 

  • TERZO GRUPPO: si trovano in 3D sono quelle anime che dormono beate, sono quelle anime che sono ancora attaccate alle emozioni di sopravvivenza e primordiali, sono quelle anime che nonostante il mondo che c’era e che inevitabilmente è sotto gli occhi di tutti oramai non c’è più, per loro continua ad esistere. Sono quelle anime che riceveranno gli scossoni più pesanti, ci addolora dire ciò perché sappiamo che nel momento che si sveglieranno perché molti di loro inevitabilmente si sveglieranno, si ritroveranno ad aprire gli occhi davanti a una realtà totalmente differente, lo shock che queste anime avranno sarà di gran lunga più pesante di quelle anime che si sono svegliate nel tempo, nei tempi in cui ancora c’era un passaggio più graduale, il passaggio c’è stato è inevitabile, ma loro hanno preferito far finta di niente e di chiudere gli occhi per evitare di soffrire e per evitare di prendersi le opportune responsabilità, se avessero aperto gli occhi prima, sarebbe stato uno shock comunque, ma sicuramente meno doloroso che affrontare un risveglio e un salto di qualità in tempi sicuramente (sotto il punto di vista umano) meno placidi e più caotici. Chi si ritrova ora al punto due ha avuto la modalità e il tempo di abbracciare la propria anima (ognuno con mezzi e tempi propri) e di abituarsi ad essa quindi si ritrova in questi tempi che ha già una buona gestione degli strumenti e una buona conoscenza e consapevolezza. Chi invece si sveglierà in tempi più ostici (come questo che vivete ora) gestire entrambe i fronti (sociale e animico) sarà più complesso;

 

  • QUARTO GRUPPO: si trovano nella parte più bassa del 3D In questo caso abbiamo due generi di persone: gli ancora forse recuperabili e gli irrecuperabili:

– nel primo caso: si avranno delle persone che hanno una consapevolezza spenta non si rendono conto di essere burattini in mano di altri, la loro unica speranza è un qualcosa che li faccia scuotere parecchio e in qualche modo far sì che si riattivi il pulsante interno del loro cuore. Il pulsante esterno è alla mercé di qualcun altro, mentre il loro pulsante interno è ancora a loro disposizione per l’eventuale accensione, inutile dire che chi si ritrova in questa categoria farà ancora più fatica rispetto a chi si trova nel punto precedente (3D) ma un barlume di speranza c’è ancora

– nel secondo caso: sono persone con coscienze totalmente spente, entrambe gli interruttori non sono più funzionanti, pensano di essere simil umani ma non hanno più la coscienza, sono esseri che come si suole dire hanno venduto la propria anima al diavolo in cambio di potere, denaro e alla brama di ridurre schiavi altri esseri umani di cui queste persone valutano inutile e indegna l’esistenza, sono semplicemente carne da macello da maltrattare e far vivere male solo per il gusto sadico di veder soffrire e far morire loro in malo modo tanto la loro è una vita inutile, è reputato da questi soggetti alla stregua di un oggetto da maltrattare, purtroppo vanno oltre la sofferenza perché se si rendessero conto che fanno soffrire qualcun altro sarebbero allo stadio precedente e forse qualche barlume ci sarebbe invece no, qui ci troviamo di fronte a involucri vuoti privi di qualsiasi barlume di buon senso, dedicano la loro vita a sadismo, alla malvagità e all’ossessione dell’onnipotenza. Sono menti brillanti volte al male un po’ come la figura della religione cristiana dove il Diavolo è rappresentato come un adulatore e un tentatore ma con una mente brillante e manipolatoria per far cadere più vittime possibili ai propri servigi.

 

Dividendo i 4 gruppi in una stessa situazione si avrà:

  • Sto nuotando con tecnica e tenacia nel mare mosso ma ho già avvistato l’isola che è relativamente vicina dove potrò portarmi in salvo;
  • Non so nuotare ancora molto bene, alterno la tecnica che conosco a dei movimenti goffi infatti mi sono procurato un salvagente, nuotare con un salvagente è pressoché impossibile, per lo meno molto difficoltoso, ma almeno sto a galla l’isola non è vicina ma è li e prima o poi se mantengo la tenacia arriverò;
  • Non so nuotare, non ho il salvagente sono dentro al mare in tempesta, cerco di stare a galla, c’è un’isola è in lontananza la mia paura e il mio affanno non mi permettono di vederla…
  • In questo caso abbiamo persone che sono sprofondate in mare…. Si dividono in due categorie: I primi, sono sprofondati in mare non sono consapevoli del luogo in cui si trovano potrebbero avere ancora qualche barlume di speranza e arrivare al punto 3. Le seconde invece sono coscienze totalmente spente sono agiati negli abissi ma la loro mente è totalmente distorta vedono armonia personale nella disarmonia più totale, negli abissi non c’è luce, al contrario c’è buio e paura specialmente per esseri non portati a doverci vivere o meglio sopravvivere.

 

Se è meglio comprensibile possiamo semplificare facendo quest’altro esempio…

1) SONO PULITO TOTALMENTE E MI GODO IL MIO NUOVO STATO DI COSCIENZA….

2)  MI SONO STANCATO DI SPORCARMI SON TALMENTE SPORCO CHE ORAMAI HO BISOGNO DI PULIRMI PER BENE, ESSENDO TANTO SPORCO I TEMPI DI PULIZIA (SOPRATTUTTO SE NON LO FACCIO ASSIDUAMENTE) SONO MEDIO LUNGHI

3)  MI SPORCO ANCORA MA MENO DI PRIMA

4) SONO TOTALMENTE INCONSAPEVOLE MI SPORCO TANTO

 

Già uno stato di coscienza pulito ed elevato non riesce a vedere lo sporco alla stessa maniera in cui lo vede un altro… capisco che sono concetti non proprio semplici ti faccio un esempio che possa chiarirti meglio la situazione… c’è una macchia sul pavimento, un neonato che gattona è a tu per tu con il pavimento, questa macchia di sporco per lui sarà molto evidente e la vedrà molto bene, arriva il fratellino alto circa 120 cm vedrà la stessa macchia sul pavimento ma essendo più alto la vedrà ma in maniera meno dettagliata e a sua volta avendo una distanza maggiore vedrà la macchia più piccola, arriva la mamma 160 cm, la mamma a sua volta noterà la macchina forse non immediatamente e a sua volta avrà una visione ancor meno dettagliata rispetto al neonato e al figlio più grande, infine arriva il padre è alto 180-190 cm a sua volta lui per la distanza che avrà dalla macchia alla sua vista, probabilmente vedrà una piccola macchiolina di sporco ed essendoci una certa distanza tra il suo apparato visivo e la macchia probabilmente non ci farà neppure caso o in certi casi potrebbe non accorgersene affatto… è un esempio banale ma spero infinitamente di averti chiarito il concetto.

 

Tutto è relativo in base alla coscienza che un essere umano ha plasmato, guarito e curato

 

Maestro Melchisedeck

 

Anima Celeste

 

 

www.animaceleste.it - bordo articolo

Canalizzazione ricevuta da Anima Celeste

Copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra

Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’ opera riprodotta. (art. 70 della Legge sul Diritto d’Autore comma 3)”

 

Fonte immagine: http://www.lacasadegliangeliedegliarcangeli.it/